DIAGNOSI ENERGETICA

La diagnosi energetica è un vero e proprio check-up per definire “lo stato di salute” di un sistema edificio-impianto.

Questo tipo di attività viene effettuata principalmente come prerequisito fondamentale di una successiva certificazione energetica; come prerequisito in caso di ristrutturazione con riqualificazione energetica; nel calcolo della componente fissa di spesa nella contabilizzazione del calore come prescritto dalla certificazione UNI 10200 e dal DPR 59/09 (oltre che dalle delibere Regione Lombardia e Regione Piemonte) per la ripartizione della quota a millesimi.

Obiettivo della diagnosi energetica è quello di capire in che modo l’energia sia utilizzata e quali siano le cause che generano eventuali sprechi. Un piano energetico che suggerisca azioni correttive per eliminare gli sprechi identificati e che tenga conto della fattibilità sia tecnica che economica rappresenta di solito il passo successivo alla diagnosi.

Questo tipo di attività si concretizza nella raccolta e nella verifica dei dati relativi all’utilizzo dell’energia da parte di un singolo o dei diversi condòmini, in caso la diagnosi sia effettuata su un edificio con più abitazioni. Le informazioni sono raccolte principalmente da fatture e bollette, cui si aggiunge un’attenta misurazione dei diversi aspetti per ricostruire modelli energetici che indicano chiaramente la ripartizione delle potenze e dei consumi per i diversi tipi di utilizzo.

La diagnosi energetica viene condotta da uno specialista che ha anche conoscenza delle tecniche per valutare l’efficienza di una casa o di un edificio, quale ad esempio un esperto in gestione dell’energia certificato secondo la norma UNI CEI 11339.

Al termine dell’analisi effettuata, l’azienda rilascia una relazione che evidenzia lo stato del sistema edificio-impianto, le azioni da porre in essere e le soluzioni tecnologiche adottabili per il miglioramento dell’efficienza e per la riduzione delle bollette energetiche.

FMS Impianti Tecnologici rilascia inoltre un attestato comprovante l’analisi effettuata e, quando richiesto, fornisce consulenza sulle agevolazioni a supporto delle riqualificazioni energetiche.

La diagnosi energetica viene condotta da uno specialista che ha anche conoscenza delle tecniche per valutare l’efficienza di una casa o di un edificio, quale ad esempio un esperto in gestione dell’energia certificato secondo la norma UNI CEI 11339.