CONTABILIZZAZIONE DEL CALORE

La contabilizzazione del calore è un sistema che si utilizza sugli impianti di riscaldamento centralizzati.

E’ un sistema che permette di indicare con precisione i consumi di ogni appartamento, e quindi i relativi costi di riscaldamento, ed è utile per “educare” i condòmini all’utilizzo consapevole del calore all’interno delle abitazioni, senza sprechi.

I reali consumi vengono misurati attraverso l’uso di apparecchiature, posizionate in punti prestabiliti, in grado di rilevare la quantità di calore utilizzata da ciascun appartamento: in questo modo sarà possibile, anche per gli impianti centralizzati, ripartire correttamente la spesa del riscaldamento tra i condòmini.

La contabilizzazione del calore viene realizzata attraverso le cosiddette termo valvole, valvole termostatiche installate su ogni calorifero dell’abitazione che misurano il calore emesso e permettono al proprietario o condòmino di controllare e regolare direttamente la temperatura di ciascun ambiente della casa.

L’installazione di questi sistemi prevede un intervento anche sul sistema centralizzato che, in questo modo, risulta anch’esso adeguato.

La direttiva europea sull’efficienza energetica ha imposto ai condòmini e proprietari di appartamenti di adeguare il riscaldamento centralizzato entro il 30 giugno 2017.

In seguito all’installazione delle termo valvole la suddivisione delle spese per il riscaldamento cambia: nella maggioranza dei casi il 30% del costo totale (che include quindi anche la manutenzione, il combustibile, l’assistenza, etc.) è ripartito in base ai millesimi, mentre il restante 70% in base al consumo effettivo di ogni unità.

I lavori, infine, sono detraibili, per gli interventi effettuati entro il 31 dicembre 2016, per il 65% se l’adeguamento è contestuale a un intervento che migliora l’efficienza energetica, per il 50% se l’intervento riguarda solo il sistema di contabilizzazione termica.

I reali consumi vengono misurati attraverso l’uso di apparecchiature, posizionate in punti prestabiliti, in grado di rilevare la quantità di calore utilizzata da ciascun appartamento: in questo modo sarà possibile, anche per gli impianti centralizzati, ripartire correttamente la spesa del riscaldamento tra i condòmini.